Skip to main content

Rispetto alla valutazione di una società operante in un settore tradizionale, una società che si occupa della produzione o del commercio di commodities è necessariamente soggetta a dinamiche di mercato cicliche indipendenti dalla società stessa, anche nel caso in cui si tratti di una società solida, affermata e leader di settore. Infatti, le fluttuazioni cicliche dei prezzi ai quali vengono scambiate sul mercato le commodities comportano una significativa volatilità dei dati di bilancio che indicano la capacità di una società di generare ricchezza, come ad esempio il margine operativo. Tale metrica può essere positivamente influenzata in un esercizio durante il quale i prezzi di scambio delle commodities hanno raggiunto livelli particolarmente elevanti, mentre può subire una contrazione considerevole nel caso in cui i prezzi ai quali vengono scambiate le commodities crollino.

Alla luce di quanto brevemente illustrato, è possibile dunque affermare che la valutazione di una società attiva in un settore caratterizzato da marcate fasi cicliche, come appunto quello delle commodities, potrebbe risultare positivamente o negativamente influenzata da una fase ciclica acuitasi nel corso dell’ultimo esercizio concluso.

Al fine di ottenere una valutazione svincolata dagli effetti delle sopracitate fasi cicliche, è pertanto necessario operare una normalizzazione dei valori di bilancio necessari ai fini di determinare il valore intrinseco della società che si intende valutare. Due tra i fattori più significativi, e allo stesso tempo tra i più influenzati dall’andamento dei prezzi delle commodities, sono i ricavi ed il margine operativo. Per fare questo, il soggetto che effettua la valutazione deve individuare l’orizzonte temporale lungo il quale si completa un ciclo (ad esempio da una fase di picco dei prezzi a quella successiva).

Una volta determinato l’orizzonte temporale, dovranno essere considerati i dati di bilancio di un numero di esercizi pari alla durata del ciclo precedentemente stabilita. Soffermandosi sui due valori citati in precedenza a titolo esemplificativo, essi devono essere normalizzati all’interno dell’orizzonte temporale considerato. Ai fini della normalizzazione, un metodo convenzionalmente utilizzato è quello di calcolare il margine operativo medio fatto registrare durante gli esercizi presi in considerazione e, successivamente, moltiplicare il valore ottenuto per i ricavi dell’ultimo esercizio. Il risultato è il margine operativo normalizzato, dunque privo di influenze attribuibili a fasi cicliche dei prezzi delle commodities, che è un valore fondamentale al fine di poter calcolare i flussi prospettici sui quali si basa la valutazione della società.

Un ulteriore aspetto da considerare in questo contesto, sono le variabili macroeconomiche alle cui dinamiche è soggetto l’andamento dei prezzi delle commodities. Esse, pur non potendo essere influenzate dalla società, devono necessariamente trovare una collocazione all’interno della valutazione, in quanto al loro variare varia anche il risultato della valutazione stessa. A tal fine, l’utilizzo di un’analisi di simulazione (come ad esempio una cd. “Monte Carlo simulation”) consente di verificare l’impatto simultaneo della variazione di più parametri. L’output di una simulazione, non limitandosi ad un singolo valore ma fornendo al soggetto che effettua la valutazione uno spettro di valori ai quali lo stesso può attribuire un coefficiente di probabilità, consente dunque di determinare un range di valori entro i quali collocare un limite inferiore ed un limite superiore attribuibile al valore intrinseco della società oggetto di valutazione.

Una prima fase di normalizzazione dei dati necessari ai fini di determinare il valore attribuibile alla società oggetto di valutazione e, successivamente, un’accurata analisi dell’impatto che le variabili macroeconomiche possono avere sul valore della società stessa nella misura in cui esse hanno un impatto su valori quali i ricavi ed il margine operativo, sono due punti cardine della valutazione di società che operano nel settore delle commodities e dai quali non si può prescindere al fine di ottenere un valore intrinseco preciso ed il più accurato possibile.

[wpml_language_switcher type="widget" flags=1 native=1 translated=0][/wpml_language_switcher]